Cappuccetto Rosso nel Bosco

Spettacolo immersivo per parchi, giardini, chiostri
per famiglie e bambini dai 4 anni

Regia e drammaturgia Luana Gramegna
Maschere, costumi, oggetti di scena  Francesco Givone
Musiche originali e paesaggio sonoro Stefano Ciardi
Musica dal vivo Cristina Petitti (viola) Enrica Zampetti (percussioni)
Con Gianluca Gabriele, Amalia Ruocco, Enrica Zampetti
Assistente costumi e oggetti di scena Alessia Castellano
Realizzazione costumi Giulia Piccioli
Menagement e distribuzione Theatron 2.0
Produzione Zaches teatro 2020

Un parco, un giardino o un chiostro si trasforma in uno spazio teatrale liminale, tra il reale e l’onirico, grazie alla forza immaginifica del teatro di figura, della danza e della musica dal vivo.

Attorno al pubblico immerso nel bosco, agiscono i personaggi della fiaba di Cappuccetto Rosso dando vita alla famosa storia della bambina e del lupo. Le note della viola si intrecciano alla narrazione di una bizzarra cantastorie che guida gli spettatori lungo il dipanarsi della storia.

Il viaggio iniziatico della piccola Cappuccetto Rosso è ripercorso dal pubblico che vive insieme agli interpreti la scoperta della paura, della solitudine, del dolore, ma anche gli incontri inattesi seppur annunciati. 

Il bosco è il luogo del mistero per eccellenza e per questo affascina, nasconde e rivela.

Il bosco permette la disubbidienza: lontano dagli occhi materni che sorvegliano, i bambini trasgredendo affrontano pericoli e rischi, ovvero le proprie paure. 

In questa versione del racconto, influenzata dalle fonti antecedenti Perrault e Grimm, si dà spazio al riverbero simbolico che la storia originale detiene.

In un connubio di vari linguaggi artistici si incontrano narrazione, danza, teatro di figura e musica dal vivo dando vita a un delicato equilibrio che ha il dono di immergere spettatori grandi e piccoli nella celebre vicenda.